Sostegno al reddito: le misure previste per le famiglie

bonus lavoratori pacchetto famiglia genitori
I bandi di sostegno al reddito degli Enti Bilaterali EBTT, EBCT e EBITTOSC prevedono misure riservate ai lavoratori genitori e alle famiglie (regolarmente iscritti e versanti agli Enti).
Ciascun lavoratore può richiederne fino a un massimo di 2, entro e non oltre il 31/12/2022 (nel caso di EBCT la scadenza è il 31/12 solo per il bonus libri, mentre per bonus natalità e scuola la scadenza è fissata al 28/02/2023).
Vediamo i contributi del pacchetto famiglia nel dettaglio:
PREMIO NATALITÀ
Per lavoratori del Terziario, Turismo e Servizi aderenti a EBTT, EBCT o Ebittosc che sono diventati genitori nel corso del 2022
FINO A 200€
  • EBTT: contributo erogato nel conto corrente del lavoratore previa domanda presso InfoPoint Fisascat Toscana
  • EBCT: contributo erogato nel conto corrente del lavoratore previa domanda presso InfoPoint Fisascat Toscana
  • EBITTOSC: erogazione buoni spesa previa domanda presso InfoPoint Fisascat Toscana

BONUS ASILO NIDO/SCUOLA MATERNA

Per lavoratori del Terziario, Turismo e Servizi aderenti a EBTT, EBCT o Ebittosc che nel corso del 2022 hanno sostenuto spese per asilo nido e/o scuola materna dei figli.
FINO A 200€
  • EBTT: contributo erogato nel conto corrente del lavoratore previa domanda presso InfoPoint Fisascat Toscana
  • EBCT (anche scuola elementare): contributo erogato nel conto corrente del lavoratore previa domanda presso InfoPoint Fisascat Toscana
  • EBITTOSC: erogazione buoni spesa previa domanda presso InfoPoint Fisascat Toscana

BONUS LIBRI DI TESTO

Per lavoratori del Terziario, Turismo e Servizi aderenti a EBTT, EBCT o Ebittosc che nel 2022 hanno acquistato libri di testo per i propri figli frequentanti scuole medie o superiori.
FINO A 200€
  • EBTT: contributo erogato nel conto corrente del lavoratore previa domanda presso InfoPoint Fisascat Toscana
  • EBCT: contributo erogato nel conto corrente del lavoratore previa domanda presso InfoPoint Fisascat Toscana
  • EBITTOSC: erogazione buoni spesa previa domanda presso InfoPoint Fisascat Toscana

BONUS TRASPORTO SCOLASTICO

Per lavoratori del Terziario, Turismo e Servizi aderenti a EBTT o Ebittosc che nel 2022 hanno acquistato abbonamenti ai mezzi di trasporto per i figli frequentanti scuole medie, superiori o università.
FINO A 100€
  • EBTT: contributo erogato nel conto corrente del lavoratore previa domanda presso InfoPoint Fisascat Toscana
  • EBITTOSC: erogazione buoni spesa previa domanda presso InfoPoint Fisascat Toscana

Tutti i contributi saranno riconosciuti secondo i seguenti parametri ISEE:

  • Per ISEE fino a € 10.000,00 il contributo sarà riconosciuto per intero
  • Per ISEE tra € 10.000,01 e € 25.000,00 il contributo sarà riconosciuto al 50%
  • Per ISEE superiore a € 25.000,01 non sarà riconosciuto alcun contributo.
Si ricorda che le domande dovranno essere presentate esclusivamente presso gli Infopoint Fisascat Toscana entro e non oltre il 31/12/2022.

25/11: Convegno “Donne – il loro mondo nel lavoro”

Venerdì 25 novembre, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le Donne, la Fisascat Toscana e il Coordinamento donne Fisascat Toscana hanno organizzato un Convegno dal titolo “Donne – il loro mondo nel lavoro“.

Un’occasione per confrontarsi, grazie all’intervento di autorevoli rappresentanti di aziende e lavoratori, su tematiche per le quali la Fisascat si impegna da sempre.

Di seguito il programma della giornata.

Sostegno al reddito: c’è tempo fino al 31 dicembre per presentare le domande

bonus lavoratori terziario turismo commercio sostegno al reddito
Sostegno al reddito 2022: fissato al 31 dicembre 2022 il termine per la presentazione delle domande.
I lavoratori e le lavoratrici del Terziario, Turismo e Servizi aderenti agli Enti Bilaterali possono richiedere i contributi presso gli Infopoint Fisascat Toscana entro e non oltre il 31/12/2022.
Ecco i contributi previsti dai 3 regolamenti:
  • Premio natalità (Ebct-Ebtt-Ebittosc)
  • Bonus asilo nido/scuola materna (Ebct-Ebtt-Ebittosc)
  • Bonus libri scolastici (Ebct-Ebtt-Ebittosc)
  • Bonus trasporto scolastico
    (Ebtt-Ebittosc)
  • Contributo autosufficienza (Ebtt-Ebittosc)
  • Contributo lavoratori sospesi da servizi di ristorazione (Ebtt)
  • Contributo CGIS/FIS (Ebtt-Ebittosc)
  • Contributo congedi parentali non obbligatori (Ebtt-Ebittosc)
  • Contributo malattie oncologiche (Ebtt-Ebittosc)
  • Bonus apparecchi/protesi (Ebtt-Ebittosc)
  • Contributo borsa di studio (Ebtt-Ebittosc)
  • Contributo corsi di formazione (Ebtt-Ebittosc)
     

Tutti i contributi saranno riconosciuti secondo i seguenti parametri ISEE:

  • Per ISEE fino a € 10.000,00 il contributo sarà riconosciuto per intero
  • Per ISEE tra € 10.000,01 e € 25.000,00 il contributo sarà riconosciuto al 50%
  • Per ISEE superiore a € 25.000,01 non sarà riconosciuto alcun contributo.

Vuoi sapere se hai diritto a uno o più bonus e presentare la domanda?

Recati presso uno dei nostri Infopoint con la tua ultima busta paga: i nostri operatori ti forniranno tutte le informazioni
di cui hai bisogno e inoltreranno la domanda per te!

Il Buono che meriti 2022: la presentazione ufficiale

Il Buono che meriti 2022: la presentazione ufficiale
Si è tenuta martedì a Firenze la presentazione ufficiale dell’iniziativa “Il Buono che meriti. Diamo valore al tuo lavoro”, che a seguito del grande successo dello scorso anno (5200 i lavoratori che ne hanno beneficiato) è stata rinnovata anche per il 2022.

Quest’anno l’Ente Bilaterale del Terziario Toscano E.Bi.T.Tosc mette a disposizione ben 660mila euro per sostenere il reddito dei lavoratori toscani del commercio e dei servizi attraverso l’erogazione di voucher fino a 500 euro, da spendere entro il 28 febbraio 2023 nel circuito di negozi convenzionati in tutta la Toscana.

L’iniziativa, nata lo scorso anno come un aiuto concreto per i lavoratori rimasti in cassa integrazione, passata l’emergenza pandemica si apre ora anche ad esigenze diverse.
Come ha dichiarato il Segretario Generale Fisascat Toscana Alessandro Gualtieri, gli 11 contributi sono legati a 4 aspetti cardinali nella vita di ogni lavoratore: lavoro, istruzione, famiglia e salute.

A beneficiare degli aiuti, in generale, saranno i lavoratori e le lavoratrici con ISEE fino a 25mila euro.
Ognuno potrà richiedere un massimo di due voucher, rivolgendosi agli infopoint Fisascat Toscana entro il 31 dicembre 2022.

BONUS 150€: a chi spetta e come richiederlo. Tutte le informazioni

bonus 150 euro lavoratori fisascat toscana
Il Decreto Aiuti ter (DL 144/2022), ha introdotto un nuovo bonus di 150,00 euro per lavoratori dipendenti ed altre categorie di beneficiari, erogato, a seconda dei casi, dal datore di lavoro o dall’INPS, previa domanda o d’ufficio.
Il bonus non è cedibile, né sequestrabile, né pignorabile, e non costituisce reddito ai fini fiscali, previdenziali e assistenziali.
Vediamo nel dettaglio beneficiari, requisiti e tempistiche.
 
Lavoratori dipendenti
I lavoratori dipendenti pubblici e privati, ad eccezione di quelli con rapporto di lavoro domestico, riceveranno il bonus 150€ nella busta paga di novembre 2022 per il tramite del datore di lavoro, a condizione che:
– abbiano una retribuzione imponibile, di competenza del mese di novembre 2022, non
eccedente l’importo di 1.538,00 euro;
– non siano titolari dell’indennità una tantum perché rientranti in una delle altre categorie beneficiarie del bonus elencate all’art. 19 (es. pensionati)
– presentino al datore di lavoro una dichiarazione in cui affermano di “non essere titolari delle prestazioni di cui all’art. 19, commi 1 e 16” (pensione e reddito di cittadinanza).
Se il lavoratore è titolare di più rapporti di lavoro, la richiesta dell’indennità potrà essere avanzata solo ad uno dei datori di lavoro, dichiarando di non aver fatto analoga richiesta all’altro.
Lavoratori domestici
Il bonus 150,00 euro spetta anche ai lavoratori domestici già beneficiari del bonus 200€ (previsto dal DL n. 50/2022) e titolari di uno o più rapporti di lavoro domestico alla data di entrata in vigore del DL aiuti Ter (24 settembre 2022).
L’INPS erogherà in automatico l’indennità nel mese di novembre 2022.

 

Titolari di NASPI e DIS COLL
L’INPS erogherà in automatico nel mese di novembre 2022 il bonus di 150 € a coloro che percepiscono NASPI e DIS COLL nel mese di novembre 2022.
 
Lavoratori stagionali
Anche per i lavoratori stagionali a tempo determinato è prevista l’erogazione dell’indennità di 150 € a condizione che abbiano svolto la prestazione per almeno 50 giornate nel 2021 e che il reddito derivante da tale attività per lo stesso anno non sia superiore a 20.000,00 euro.
Per ricevere il bonus, i lavoratori in questione devono presentare la domanda presso gli sportelli Fisascat.
bonus 150 euro lavoratori toscana come richiederlo

Novità per i nostri iscritti: convenzioni con i migliori brand

convenzioni iscritti cisl toscana
Siamo lieti di presentarvi il nuovo portale di convenzioni aziendali riservate esclusivamente ai nostri iscritti.
Registrati al portale * (https://fisascatcisltoscana.convenzioniaziendali.it) e scopri tutte le convenzioni, sconti e offerte su un‘ampia gamma di prodotti e servizi dei più prestigiosi marchi e delle migliori aziende.
Potrai beneficiare dei numerosi vantaggi in modo esclusivo e riservato.

* Richiedi il codice segreto agli sportelli territoriali Fisascat Cisl Toscana

  • Ampio ventaglio di offerte vantaggiose di marchi rinomati
  • Novità ogni mese
  • Offerte fruibili negli shop online e nei punti vendita
  • Servizio di geolocalizzazione per trovare le promozioni più vicine a te
  • Portale di convenzioni facile e intuitivo
  • Accessibile da qualsiasi dispositivo connesso alla rete
  • Coupon erogabili anche da APP
 
Rivolgiti ai nostri sportelli territoriali per avere maggiori informazioni 
e scoprire il codice segreto per accedere al portale!

“IL BUONO CHE MERITI” EBITTOSC 2022

BONUS lavoratori EBITTOSC gratis iscritti sindacato fisascat toscana
Dopo il grande successo dell’iniziativa “il buono che meriti 2021” che ci ha permesso di sostenere il reddito di oltre 5.200 lavoratori e lavoratrici della Toscana, anche quest’anno si rinnova la campagna Il Buono che meriti.

A partire da oggi è attivo il bando Ebittosc 2022 di sostegno al reddito a favore delle lavoratrici e dei lavoratori di aziende iscritte e versanti a EBITTOSC, che consiste nell’emissione di buoni spesa.

Ecco alcune informazioni che riguardano le 11 misure previste dal bando:
  • I buoni spesa (massimo 2 per ciascun lavoratore) dovranno essere richiesti ai nostri infopoint entro il 31/12/2022 e utilizzati presso le attività convenzionate entro il 28/02/2023.
  • È vietata la richiesta per il rimborso dello stesso documento di spesa, contemporaneamente a più fondi assistenziali e/o eventuali altri enti.
  • Quando si parla di lavoratori a tempo determinato, si fa riferimento a dipendenti che hanno svolto in una società in regola con i versamenti dovuti ad EBiTTosc, almeno 4 mesi di lavoro negli ultimi 12 mesi.
  • I contributi dovranno essere richiesti solo tramite l’apposita documentazione ufficiale, che potrà essere recepita attraverso le sedi Fisascat.

 

Si ricorda che tutti i contributi saranno riconosciuti secondo i seguenti importi ISEE:

  • Per ISEE fino a € 10.000,00 il contributo sarà riconosciuto per intero
  • Per ISEE tra € 10.000,01 e € 25.000,00 il contributo sarà riconosciuto al 50%
  • Per ISEE superiore a € 25.000,01 non sarà riconosciuto alcun contributo.

Sostegno al reddito EBTT

Bonus Ebtt iscritti gratis

A partire da oggi è attivo il bando 2022 di sostegno al reddito a favore delle lavoratrici e dei lavoratori di aziende iscritte all’EBTT (Ente Bilaterale turismo toscano) con un contratto a tempo indeterminato, determinato o apprendistato di almeno 4 mesi nel 2022.

Ecco alcune informazioni che riguardano tutti i 12 contributi:

  • Le domande dovranno essere presentate, utilizzando l’apposita documentazione, presso le sedi Fisascat entro e non oltre il 31/12/2022 (ad eccezione del premio natalità, le cui domande potranno essere presentate entro il 31/01/23).
  • Non saranno accettate pratiche inviate via mail
  • Ciascun lavoratore/lavoratrice può richiedere fino ad un massimo di 2 prestazioni
  • È vietata la richiesta per il rimborso della/e stessa/e fattura/e contemporaneamente a più fondi assistenziali

Come saranno erogati i contributi?
Premio natalità, contributo rette asilo nido/materna, contributo testi scolastici, contributo autosufficienza à saranno erogati direttamente sul C/C indicato dal lavoratore/dalla lavoratrice.
Tutte le altre prestazioni saranno erogate tramite l’azienda.

Quali sono i contributi previsti dal bando? Quali sono i requisiti per ottenere tali benefici?

Si ricorda che tutti i contributi saranno riconosciuti secondo i seguenti parametri ISEE:

  • Per ISEE fino a € 10.000,00 il contributo sarà riconosciuto per intero
  • Per ISEE tra € 10.000,01 e € 25.000,00 il contributo sarà riconosciuto al 50%
  • Per ISEE superiore a € 25.000,01 non sarà riconosciuto alcun contributo.

Cooperative Sociali: firmato l’accordo

Cooperative Sociali: firmato l’accordo

Martedì 11 ottobre è stata sottoscritta l’ipotesi di accordo del contratto integrativo regionale delle Cooperative Sociali che riguarda circa 550 cooperative e si applica a oltre 30mila lavoratrici e lavoratori della regione.

Il documento in questione va ad aggiornare il secondo livello contrattuale di lavoro, il cui ultimo rinnovo risaliva al 2002.
La Toscana è inoltre la prima in Italia ad aver sottoscritto un contratto regionale del settore.

Nell’accordo sono affrontati temi rilevanti come il tempo di vestizione previsto all’interno dell’orario di lavoro, Banca ore, rimborsi chilometrici, congedi speciali per le donne vittime di violenza, una regolamentazione più attuale della regolazione dello sciopero nei servizi essenziali.

“Siamo consapevoli dello stato di crisi economica che sta distruggendo il tessuto produttivo nazionale e anche dei mancati adeguamenti dei finanziamenti da parte del governo centrale”, dichiarano Bruno Pacini (Fp-Cgil), Andrea Nerini (Cisl-Fp) ed Alessandro Gualtieri (Fisascat-Cisl), “ma non possono essere lavoratrici e lavoratori a pagarne le conseguenze. Per noi il primo patto politico resta quello con chi rappresentiamo ed ognuno deve provare a fare la propria parte, datori di lavoro e committenza pubblica. Aver rinnovato questo contratto regionale non esaurisce la discussione: proseguiremo il confronto, soprattutto in merito alle regole di ingaggio di queste lavoratrici e lavoratori che, non dimentichiamolo, sono al servizio della comunità”.

 

 

Fonti:

https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/pmi/2022/10/11/lavoro-coop-sociali-toscana-ce-intesa-sullintegrativo_053aef82-c6a8-4f0f-a828-3ac432ca1042.html
https://www.maremmanews.it/post/sociale-in-toscana-firmato-accordo-tra-cooperative-e-sindacati
https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/pmi/2022/10/12/lavoro-sindacatice-nuovo-integrativo-coop-sociali-toscana_c65b692b-820d-4073-a43c-e19798b34685.html

Stop alla violenza in Iran: mozione del Comitato Esecutivo Fisascat Cisl e ferma condanna alla violazione dei diritti umani fondamentali

Stop alla violenza in Iran: mozione del Comitato Esecutivo Fisascat Cisl e ferma condanna alla violazione dei diritti umani fondamentali

Il Comitato Esecutivo della Fisascat Cisl, riunitosi sull’isola di Ventotene lo scorso 7 ottobre, ribadisce la condanna alla violazione dei diritti umani fondamentali che viene perpetrata attraverso l’imposizione di regole, pratiche e divieti, imposti col terrore e la repressione, spacciandoli come dovuti a specificità culturali o religiose.

A distanza di alcune settimane dalla morte della 22enne Mahsa Amini, mentre si trovava in custodia con l’accusa di indossare il velo in modo “non appropriato”, ad oggi sono più di 80 le vittime mietute dalla feroce repressione dello stato teocratico dell’Iran.

Come sindacato che si impegna da sempre per promuovere il rispetto universale dei diritti e delle libertà fondamentali, in particolare delle donne, la Fisascat Cisl condanna lo sproporzionato uso della forza nella repressione delle proteste civili ancora in corso in Iran, auspicando l’intervento delle organizzazioni internazionali affinché lo stato iraniano rispetti il diritto all’esercizio della libertà di pensiero e di azione.

La FISASCAT CISL rivolge un appello alle autorità italiane, europee e internazionali affinché l’Occidente assuma una posizione chiara e di netta condanna verso la negazione dei diritti umani e la repressione delle libertà che colpiscono soprattutto le donne.

Esprimiamo grande solidarietà alle numerose iraniane che coraggiosamente sono scese in piazza in questi giorni e agli uomini di buona volontà che le accompagnano nella protesta.

Il riconoscimento dei diritti delle donne continua ad essere un problema globale. Per questo dobbiamo credere che, se ci muoviamo insieme, si può e si deve essere protagonisti nella costruzione di un mondo migliore.