Nuovo accordo integrativo per chi lavora alle Terme

“Siglato il nuovo accordo integrativo provinciale per Terme di Chianciano spa a seguito della disdetta aziendale del 2021”.

L’annuncio arriva da Marco Brogi, segretario della Fisascat Cisl Siena: “Con la Filcams Cgil abbiamo siglato un importante rinnovo del contratto integrativo per Terme di Chianciano spa. La trattativa non era partita bene. Infatti alla fine del 2021 era stato disdettato il vecchio contratto integrativo provinciale applicato dal 2011. Le organizzazioni sindacali – aggiunge Brogi – hanno portato avanti un confronto serrato con la direzione aziendale e le associazioni datoriali di FederTerme e Confindustria per tutelare l’occupazione”.

E ancora: “Ci siamo sempre posti l’obiettivo che il personale dovesse essere valorizzato senza incidere sui livelli occupazionali e reddituali dei lavoratori – si sottolinea –. Formazione, welfare, stagionalità, aumento dei ticket mensa sono stati i punti salienti del confronto su cui il sindacato si è battuto fino alla fine. Siamo giunti a siglare un’importante ipotesi di accordo in un periodo di profonda crisi del settore e della zona Valdichiana”.

Fonte: https://www.lanazione.it/siena/cronaca/nuovo-accordo-integrativo-per-chi-lavora-alle-terme-1.7657943

 

Lavoro stagionale: siglati gli accordi tra Fisascat Toscana e Uiltucs-Uil Toscana con Confcommercio e Confesercenti

Lavoro stagionale: siglati gli accordi tra Fisascat Toscana e Uiltucs-Uil Toscana con Confcommercio e Confesercenti

Gli accordi sottoscritti prevedono che i titolari di negozi potranno rafforzare il proprio organico, nei periodi di maggiore concentrazione del lavoro, assumendo nuovi dipendenti con contratti stagionali a tempo determinato in deroga alla legge e al contratto nazionale.

Potranno utilizzare questi accordi le imprese del commercio e del terziario delle località previste dagli accordi (sostanzialmente località turistiche e città d’arte) – consultabili nella sezione “settori > terziario – commercio”.

Di fatto, l’intesa estende ai lavoratori del commercio benefici e diritti previsti nello stesso accordo, , come il diritto di precedenza all’assunzione a tempo determinato e indeterminato e l’obbligo del datore di lavoro di rispettare tutte le norme di sicurezza sul lavoro.

“Con questo accordo vogliamo promuovere la flessibilità in entrata, assunzioni tutelate da diritti aggiuntivi e con attenzione alla sicurezza. È un accordo che combatte il dumping contrattuale e premia il lavoro regolare, con un monitoraggio che ci permetterà di valutare con dati certi il valore dello stesso accordo”, dice il segretario generale dalla Fisascat- Cisl Toscana Alessandro Gualtieri.